Simac Tanning Tech, la fiera internazionale di macchine e tecnologie per le industrie calzaturiera-pellettiera-conciaria, si è svolta  in concomitanza con Lineapelle dal 20 al 22 febbraio 2019 presso Fiera Milano Rho. E’ promossa e sostenuta da ASSOMAC, l’associazione nazionale costruttori italiani di macchine per calzature, pelletterie e concerie, un settore industriale leader a livello mondiale.

Simac 2019


Simac Tanning Tech è una vetrina mondiale imperdibile per questi settori produttivi e copre circa 19.000 metri quadrati netti con 322 espositori da 24 paesi tra cui vi sono i più importanti player internazionali del comparto.

Simac e Lineapelle (edizione primaverile) sono le più importanti fiere mondiali della pelle e di tutto il settore delle forniture di tecnologia, materiali, componenti ed accessori per la fashion e luxury globale.

Le due manifestazioni consentono ai produttori di calzature e articoli in pelle di tutto il mondo di vedere le soluzioni più avanzate sotto l’aspetto tecnologico e stilistico, per tutte le loro necessità produttive.

Le novità al Simac 2019

Simac Tanning Tech punta molto all’offerta di tecnologie innovative con attenzione al miglioramento dell’efficienza. In particolare nei processi produttivi la riduzione dell’impatto ambientale e’ un tema importante in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Sono stati presentati sistemi innovativi capaci di rispondere a qualsiasi esigenza della produzione secondo  criteri di eco-sostenibilità e risparmio energetico. L’obbiettivo è quello di offrire tecnologie performanti, sicure e compatibili con l’ambiente  in un quadro di sostenibilità dei processi produttivi.

Su questa spinta ASSOMAC  ha dato vita al progetto “Supplier of SustainableTechnologies”. La Targa Verde è il primo elemento concreto, volontario e certificato da un ente terzo per attestare l’impatto in termini di CFP (carbon footprint) delle macchine prodotte dalle aziende associate.

Al Simac Tanning Tech oltre alle migliori tecnologie tradizionali si sono viste anche nuove tipologie di macchinari; 

  • la stampa digitale su pelle
  • la stampa 3d
  • l’integrazione ad Industria 4.0 per macchine sempre più interconnesse e “smart”.

Brustia-Alfameccanica al Simac 2019

Una delle aziende che si sono distinte in questa edizione di Simac Tanning Tech è Brustia-Alfameccanica Srl. Fondata nel 1958 a Vigevano, è  azienda leader nel settore meccanico calzaturiero specializzata nella produzione di inchiodatacchi e fissatacchi, garbasperoni e formapunte. La produzione è destinata sia al mercato nazionale che all’esportazione in tutto il mondo. Dove si producono scarpe nelle diverse parti del Mondo il marchio Brustia-Alfameccanica è presente ed e’ sinonimo di garanzia di qualità, versatilità, affidabilità, durata, servizio, assistenza, consulenza tecnica, Made in Italy.

Brustia-Alfameccanica continua a evolvere la propria offerta puntando decisamente sull’innovazione e sul futuro. I concetti legati a Industria 4.0 sono ormai entrati a pieno titolo in azienda, tanto che tutte le macchine proposte oggi al mercato sono in linea con i requisiti di innovazione della normativa.  

L’azienda di Vigevano dedica un particolare occhio di riguardo anche all’automazione, puntando in particolare sulla tecnologia RFID, sempre più utilizzata nelle fabbriche dei clienti. Grazie a questo tipo di identificazione a radiofrequenza l’operatore non deve più perdere tempo a programmare le macchine per i diversi tipi di calzature in lavorazione, ma ogni macchina riconosce da sé il modello e imposta di conseguenza i settaggi necessari. L’RFID, inoltre, facilita anche il controllo qualità e consente una miglior tracciabilità della produzione.

“Un’esigenza sempre più pressante – sottolineano in Brustia – non solo per conseguire un’innovazione tecnologica fine a se stessa, ma perché sempre più calzaturifici devono evadere ordini di piccole quantità o una produzione sempre più frammentata e diversificata”.

Ultimo punto nodale su cui si concentra la filosofia aziendale di Brustia-Alfameccanica è il tema green/sostenibilità: “Tutte le nostre macchine sono dotate di TARGA VERDE,  quindi con consumi certificati e realizzate con particolare cura per il risparmio energetico così che l’impatto ambientale delle nostre tecnologie risulti totalmente trasparente”. 

Scanner a raggi X MM70 @ Simac 2019

Una delle più rilevanti novità tecnologiche di questa edizione di Simac Tanning Tech sono stati i macchinari MM700 e MM1600. Essi rappresentano un sistema di ispezione NON distruttivo basato su scanner a raggi X, specifico per il settore calzaturiero e pellettiero. Più in dettaglio sono in grado di valutare:

  • la conformità del prodotto agli standard qualitativi dell’azienda
  • individuare corpi estranei, anomalie o difetti presenti in esso

Questi impianti di controllo agiscono sia nella fase di produzione che alla fine della stessa a prodotto finito.

MM700 e MM 1600 utilizzano le tecnologie sia RFID che BARcode/QRcode e, per le loro caratteristiche, rientrano nel bando ministeriale dell’Industria 4.0; attraverso un’interconnesione di rete con la parte amministrativa, è possibile trasformarlo un dispositivo IoT di ultima generazione.

Targa verde MM700

Brustia-Alfameccanica è tra le promotrici a livello nazionale assieme ad ASSOMAC della Targa Verde; che ha lo scopo di identificare e rendere comprensibili le performance energetiche e  ambientali del macchinario calzaturiero. Questo permette di promuovere soluzioni tecnologiche di basso impatto ambientale e alta sostenibilità.

Le sempre più esigenti richieste del settore moda scarpa, con tacchi esasperati per forme e altezze, richiedono capacità di penetrazione del chiodo/vite sempre più alte, legate alla precisione e modulabilità del sistema inchiodatura, dovute a sottopiedi e tacchi di materiali più compatti, rigidi e resistenti rispetto al passato.

L’esperienza di 60 anni in macchine del settore inchiodatacchi e fissatacchi, ha portato Brustia Alfameccanica s.r.l. ad una macchina con sistema di inchiodatura oleodinamico che consente grande velocità e soprattutto grande potenza per i materiale piu’ rigidi ma al tempo stesso estrema precisione nel processo di inchiodatura tacco. Da qui la nascita della nuova inchioda tacchi PTO (sequenziale) e PTO NA( inchiodatura diretta) con centralina oleodinamica. La serie 4000 è inoltre dotata di una nuova elettronica con TOUCH SCREEN di ultima tecnologia più affidabile e versatile rispetto al passato con sequenza di inchiodatura completamente programmabile, cicli macchina selezionabili dall’operatore e autodiagnostica delle varie funzioni. Nell’ottica di INDUSTRIA 4.0 e di IPERAMMORTAMENTO la macchina e’ controllabile da remoto e puo’ scambiare dati con altre macchine o con altre funzioni aziendali.

Cari clienti, amici e collaboratori, ringraziandoVi per la visita allo stand di Brustia-Alfameccanica durante la fiera Simac 2018 pubblichiamo qualche foto ricevuta da Assomac (www.assomac.it) e cogliamo l’occasione per invitarvi allaprossima edizione della fiera italiana di riferimento per i macchinari riguardanti la produzione della calzatura, il Simac 2019, che si svolgerà nei giorni 19-21 Febbraio 2019 (www.simactanningtech.it)

È molto importante attestare i parametri di consumo dei propri macchinari, come ad esempio la targa verde per una azienda. Questo perché le tematiche della sostenibilità ambientale ed al rispetto energetico sono diventate ormai un obbligo.
Da qui nasce, in collaborazione con Assomac (www.assomac.it) e Rina (www.rina.org/it), la Targa Verde. Essa è certificazione dei valori di emissione e consumo da parte del macchinario ALFA 684CF2HP che presto verrà esteso a tutti i macchinari del settore calzaturiero prodotti da Brustia-Alfameccanica s.r.l.

Che cos’è la targa verde?

La targa verde è un documento che ha la finalità di identificare e rendere facilmente comprensibili le performance energetiche e ambientali del macchinario calzaturiero. In particolare essa fa riferimento ad un processo scelto dal costruttore come parametro di confronto.
I costruttori italiani, in mancanza di standard riconosciuti a livello internazionale per la classificazione delle prestazioni energetiche e/o ambientali delle macchine calzaturiere, si fanno promotori insieme ad Assomac di uno strumento che ha lo scopo di mostrare alcuni dati di prestazione dei macchinari prodotti. La consapevolezza dell’eccellenza tecnologica raggiunta, anche in materia di sostenibilità, è infatti un elemento di forza del settore meccano-calzaturiero italiano, in prima linea con soluzioni tecnologiche di basso impatto ambientale ed alta sostenibilità.

Un parametro scelto per dare un valore all’efficienza ecologica del macchinario oggetto del labelling è il CFP. Esso indica la quantità di emissioni equivalenti di anidride carbonica  prodotte durante il funzionamento del macchinario.

BRUSTIA TARGA VERDE

La produzione di calzature in India e’ sempre più rivolta all’alta qualità richiesta dai mercati internazionali oltre che dal mercato interno. Quindi all’utilizzo di ottime materie prime e accuratezza nella produzione si affianca il controllo di qualità
finale che garantisce alla clientela un prodotto certificato.

Siamo presenti alla fiera IILF in Chennai,  India International Leather Fair 2018 dal 31/01 al 02/02 www.indiatradefair.com

MM700/MM1600V

Gli unici in grado di trovare l’ago in un pagliaio

Gli scanner specifici per abbigliamento-pellicceria

Gli scanner a raggi X, MM700 e MM1600V, specifici per abbigliamento-pellicceria,  permettono di individuare corpi estranei o eventuali difetti all’interno del prodotto in esame.

Sono sistemi d’ispezione non distruttiva che controllano in automatico la conformità del prodotto agli standard qualitativi dell’azienda e segnalano eventuali anomalie o difetti.

Sono impianti di controllo che operano sia integrati nella linea di produzione o alla fine della stessa che nei centri di ricevimento del prodotto finito.

MM700 e MM 1600V garantiscono innumerevoli vantaggi in automatico, segnalando il prodotto difettoso con un avviso acustico o luminoso.

  1. Rilevano e segnalano in automatico
  • eventuali frammenti di ago rotti durante la cucitura (min. diam. 0,8/0,4/0,2 mm) con una funzione di ZOOM per l’ispezione puntuale
  • eventuali graffe o spilli di fissaggio dimenticati (min. diam. 0,8/0,4/0,2 mm) con una funzione di ZOOM per l’ispezione puntuale
  • la mancanza di uno o più componenti all’interno del prodotto da ispezionare (esempio numero occhielli/bottoni/ganci);
  1. Verificano:
  • l’autenticità del prodotto e il lotto di produzione (mediante un microscopico segnale di

identificazione);

  • il rispetto delle specifiche di produzione (es.doppie cuciture, dim.margini cucitura/ dim.orli ecc.) in base alle richieste mediante una funzione “righello”

 

Inoltre MM 700/MM1600V possono:

  • lavorare con uno o due operatori;
  • essere equipaggiati di un lettore di codice a barre per l’identificazione in automatico (optional) del prodotto da controllare con richiamo del programma relativo e tracciabilita’ in modo univoco dell’immagine salvata;
  • memorizzare le immagini di tutta la produzione e creare statistiche sulle percentuali di prodotto difettoso giornaliere e periodiche.

 

MM700/MM1600V:

  • non contengono materiale radioattivo, i raggi X sono prodotti con un generatore alimentato da corrente elettrica;
  • hanno un software a interfaccia con icone e simboli intuitivi presentati su un grande monitor che la rende di facile e veloce programmazione anche per un operatore inesperto;
  • al momento dell’installazione e’ previsto un corso di training al personale deputato al suo utilizzo;
  • richiedono una minima manutenzione;
  • sono predisposte per assistenza online e quindi essere programmate, assistite ecc. dalla nostra sede di Vigevano tramite internet;
  • sono predisposte per interfacciarsi e scambiare dati con altre macchine o altre fasi operative aziendali
  • consentono la personalizzazione di altre funzioni su specifica richiesta del cliente.

 

I Plus:

  • stazione composta da pc all in one di ultima generazione touch screen, monitor da 23” o superiore per una totale visione dell’immagine, tastiera e mouse wireless per una gestione semplice e immediata;
  • eccezionale qualità di immagine anche ad altissima velocità;
  • Dimensioni compatte;
  • HDI: il nuovo software “NONAME Hi-Tech” per il rilevamento di corpi potenzialmente pericolosi quali aghi, spilli, graffette, ecc., garantisce il massimo livello di performance;
  • EASY GUI: la nuova interfaccia operatore a icone e simboli permette anche a personale inesperto di impostare l’ispezione di un nuovo prodotto in brevissimo tempo.

 

Caratteristiche tecniche

  • Ambiente di lavoro: da 5ºC a 35ºC, RH 0-90% (senza condensa)
  • Livello di protezione: IP 44
  • Ricevitore lineare: 0.4 mm resolution – 0.2 mm su richiesta
  • Sorgente a raggi X: 90 kV ,200 W – Alta risoluzione
  • Processore: PC all in one touch screen 23”, Core di ultima generazione
  • Pre-processing and control unit: sistema di acquisizione “NONAME Hi-Tech” HDI
  • Monitor: 23”, 16:9, Full HD 1920×1080, LED-backlight con touch screen
  • Tastiera e mouse: Wireless
  • Interfaccia: USB / Ethernet
  • OPT: Lettore codici a barre

 

Caratteristiche specifiche

 Caratteristiche tecniche  MM700  MM1600V 
Tempo tot.ciclo controllo sec. 3-4  15
Dimensione ispezionabile cm 115 x 115 x 210 (h) cm  160x80x40
Vista capo Singola Doppia (inclinazione xx°)
Risoluzione mm 0,4 (0,2 su rich.)  0,8 (0,4 su rich.)
Monitor Singolo 23″ Doppio 23″ + 40″
Dimensioni cm 240x75x155h 200x160x220h
Peso kg. 600 1900

 

MM700/MM1600V hanno le caratteristiche INDUSTRIA 4.0

L’innovativa tecnologia a raggi X ha consentito di migliorare notevolmente le prestazioni di una macchina dalla robusta meccanica che vanta un design rinnovato. La Brustia Alfameccanica srl, che dal 1957 produce macchine per il settore calzaturiero, ha ideato un nuovo scanner, il modello MM 700. Rispetto alla versione precedente AB 160, il nuovo scanner presenta una serie di vantaggi che permettono di aumentare ulteriormente la qualità del prodotto finale.

La tecnologia a raggi X, già diffusa in altri settori quali quello alimentare o farmaceutico è stata applicata anche al mondo calzaturiero consentendo una serie di applicazioni, dal rilevamento di corpi estranei, alla verifica di completezza del prodotto. Il nuovo scanner si caratterizza per una maggiore velocità di ispezione, un controllo ogni due secondi, consentendo una dimensione più grande del pezzo da esaminare, ad esempio per stivali con gambale oltre il ginocchio, il modello MM 700 ha una maggiore risoluzione, è infatti capace di rilevare un difetto a partire da 0,2 millimetri di diametro.

L’hardware è di ultima generazione, presenta una vasta gamma di funzioni personalizzabili; la sorgente a raggi X è di altissima qualità (il focal spot ridotto, insieme al raffreddamento ad olio del sistema radiogeno permette di mantenere performance superiori per lungo tempo). Il software modulare può essere implementato secondo le specifiche esigenze del cliente.

La nuova tecnologia di filtraggio permette di avere immagini contrastate e prive di rumore, incrementando ulteriormente le performance della macchina. Anche l’interfaccia utente è molto intuitiva e di facile comprensione, grazie soprattutto alle icone immediate e alla dotazione di uno schermo touch screen che permettono anche a personale inesperto di impostare l’ispezione di un nuovo prodotto in brevissimo tempo.

La gestione del post-vendita sulle macchine della Serie MM 700 è inoltre affidata a una capillare organizzazione internazionale di service e prevede la possibilità per i clienti di entrare in contatto con i tecnici specializzati “NONAME Hi-Tech” tramite un servizio di assistenza remota, comodamente accessibile grazie all’interfaccia software della macchina. Sono proprio le tecnologie di ultima generazione a consentire alla macchina MM 700 di ottenere risultati eccezionali per quanto riguarda sia il rilevamento di corpi estranei, sia la verifica di conformità dei prodotti ispezionati. Nel settore calzaturiero le richieste relative al controllo q ualità sono diventate stringenti, catalizzando quindi sempre più l’interesse delle aziende verso un’accurata analisi non distruttiva, finalizzata al rilevamento di oggetti metallici, ad esempio chiodi o graffette che, inevitabilemente, ne pregiudicano la qualità.

La linea PLC T7 installato sulle macchine Brustia-Alfameccanica rappresenta una vera e propria rivoluzione del concetto di automazione INDUSTRIA 4.0 inglobando nella robustezza e affidabilità del PLC industriale le potenzialità di interconnettività e interfacciamento dei sistemi operativi del mondo PC.

L’aver utilizzato questo strumento ci ha permesso, oltre che a migliorare le prestazioni elettroniche e meccaniche, di fornire una più semplice e facile gestione per l’operatore dei parametri di lavorazione.

Infatti l’introduzione, la programmazione e la visualizzazione dei vari valori appare molto più immediata rispetto al un comune display e puo’ essere eseguita da remoto, cosi’ come da remoto puo’ avvenire lo scambio dati dalle fasi precedenti alle successive e l’assistenza hardware/software.

E’ inoltre possibile scegliere la lingua di programmazione della macchina, eseguire un’autodiagnostica completa, consultare il manuale macchina, verificare la produttivita’ giornaliera/periodica e totale e tante altre opzioni!

Ecco un esempio del display TOP 7